Sponsorizzazioni - Come funziona la deducibilità

Sponsorizzazioni: l’ordinanza 6340/2020 riporta l’ordine

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Rimini, Contenzioso tributario, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

L’incubo della deducibilità delle sponsorizzazioni sportive nei confronti delle associazioni sportive dilettantistiche condizionata alla dimostrazione del ritorno d’immagine è durato veramente poco.
L’ordinanza 6340/2020 conferma l’indirizzo costante sulla presunzione assoluta di spese di pubblicità per le sponsorizzazioni fino ad € 200.000 a favore di associazioni sportive dilettantistiche.
Quindi, occorre solamente che siano osservati i requisiti previsti dall’articolo 90, comma 8, L. 289/2002 affinché le spese di sponsorizzazioni siano deducibili dal reddito d’impresa.
Infatti, tali requisiti fanno scattare la presunzione assoluta di spesa di pubblicità e di inerenza delle sponsorizzazioni al reddito d’impresa.
Analizziamo insieme l’ordinanza.

Obiter dictum - Spese per le sponsorizzazioni

Sponsorizzazioni: necessario dimostrare il ritorno d’immagine

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Ancona, Contenzioso tributario, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

La Cassazione è tornata a pronunciarsi sulla deducibilità delle sponsorizzazioni alle associazioni sportive dilettantistiche. La sentenza è la n. 6014 del 4.03.2020.
Il decisum mi lascia perplessa. Finora l’orientamento della Cassazione sulle sponsorizzazioni sportive a favore di associazioni sportive dilettantistiche le riteneva deducibili fino a 200.000 €. A partire dall’ordinanza 8981/2017 la Suprema Corte ha deciso che la presunzione introdotta dall’articolo 90, comma 8, L. 289/2002 è di tipo assoluto. Ossia, una volta dimostrate le condizioni stabilite dall’articolo 90, comma 8, L. 289/2002, non è possibile contestare la natura di spesa di pubblicità delle sponsorizzazioni. Successive pronunce hanno anche ritenuto che la presunzione assoluta riguardi anche l’inerenza della spesa di pubblicità all’attività d’impresa.
La sentenza 6014/2020 su un avviso di accertamento notificato dall’Agenzia delle Entrate relativo al periodo d’imposta 2009 segna un ritorno al passato. Infatti, rende inefficace la presunzione assoluta. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Spese di sponsorizazione - 29707 del 2019

L’ordinanza 29707/19 della Cassazione ridimensiona le spese di sponsorizzazione sportive

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

Le sponsorizzazioni sportive sono uno degli ambiti privilegiati delle verifiche fiscali. Infatti, sono sempre fruttuose per il Fisco che riesce sempre a trovare qualche aspetto da contestare. Quindi, non si devono più fare le sponsorizzazioni? Questa è una conclusione troppo frettolosa e sbagliata. Infatti, le sponsorizzazioni sportive sono l’unica risorsa finanziaria dello sport dilettantistico. Questo significa che senza sponsorizzazioni i nostri giovani non avranno più ambiti educativi (credo, per esperienza, che lo sport abbia un enorme valore educativo). Senza considerare che lo sport dilettantistico offre un ampio bacino da cui attingere per le squadre professionistiche o le nazionali. Quindi, io credo che le sponsorizzazioni debbano continuare, isolando le situazioni fraudolente e documentando in modo efficace quelle oneste.
L’ordinanza 29707/2019 è estremamente utile da questo punto di vista.

Redditi lavoro autonomo inerenza dei costi

Inerenza dei costi per i redditi da lavoro autonomo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Contenzioso tributario, Detrazione IVA e deducibilità dei costi

L’inerenza dei costi riguarda solo il reddito d’impresa o è applicabile anche a quello di lavoro autonomo? Se sì, ha le medesime caratteristiche del reddito d’impresa oppure sono differenti? Spesso l’Agenzia delle Entrate contesta l’inerenza dei costi agli studi professionali. Le motivazioni sono le più disparate. Si può rispondere a queste contestazioni oppure il professionista è destinato ad accettare l’avviso di accertamento? La sentenza 89/3/2019 offre degli spunti interessantissimi.

Spese di sponsorizzazione - Inerenza Spese pubblicità

Spese di sponsorizzazione sportiva: deducibilità

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Avvocato tributarista Rimini, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

Il problema principale per un’impresa che intenda sponsorizzazione una squadra o un evento sportivo è quello fiscale.La spesa di sponsorizzazione è deducibile dal reddito, sarà contestata in sede di verifica fiscale o di accertamento? Nella mia esperienza professionale mi sono occupata di tanti accertamenti sulle sponsorizzazioni. Credo fermamente che l’impresa possa, in tutta tranquillità, sostenere spese di sponsorizzazione. Tuttavia, mia altrettanto tenace convinzione è che l’impresa si va a mettere nei guai se pensa di sostenere spese di sponsorizzazione affidandosi al solo suo buon senso. Ecco perchè chi si rivolge ad un avvocato tributarista prima o durante le trattative delle sponsorizzazioni ha una marcia in più.

Prova inerenza costi

A chi spetta la prova dell’inerenza delle spese?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Ancona, Avvocato tributarista Jesi, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

La sentenza n. 5197/2018 della Cassazione si e’ occupata di un tema particolare. Il contenzioso riguarda una società di locazione di beni propri che si è vista contestare dal Fisco i costi di gestione di un immobile. La società li aveva dedotti considerando che, in caso di futura vendita dell’immobile, i costi dedotti erano correlati ai ricavi già tassati.
La Suprema Corte non ha ravvisato come ragione esauriente della deducibilità del costo questo collegamento.

Spese sponsorizzazioni e IVA

Spese di sponsorizzazione – L’inerenza non è automatica per l’IVA

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Avvocato tributarista Rimini, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

Per essere considerate inerenti all’attività d’impresa e, perciò dedotte, le sponsorizzazioni devono sottostare a determinate condizioni. L’esistenza delle condizioni dell’inerenza delle spese di sponsorizzazione va dimostrata dal contribuente. Una recente sentenza della Commissione tributaria provinciale di Catania introduce un filone creativo che dà l’opportunità di approfondire la portata della prova dell’inerenza delle spese di sponsorizzazione.

Spese pubblicità - Deducibilità

Spese di pubblicità: quando sono deducibili?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Contenzioso tributario, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

La sentenza n. 28578/2017 della Cassazione si è occupata dell’inerenza delle spese di pubblicità. La situazione concreta si riferiva ad una holding che aveva contabilizzato e, quindi, dedotto, le spese per la pubblicità di prodotti realizzati da quest’ultima. Le spese di pubblicità erano stati sostenuti dalle società controllate (distributrici dei prodotti) e, successivamente, addebitati alla controllante. Oltre ad aver ritenuto l’inerenza, la Suprema Corte ha escluso che scelte di questo tipo siano sindacabili dall’Agenzia delle Entrate, essendo riservate all’imprenditore.