Avvocato tributarista AnconaConsulente tributarioConsulenza tributaria e fiscale

Rettifica dichiarazione dei redditi: si può integrare o modificare?

Dichiarazione dei redditi - Rettifica

Avete presentato la dichiarazione dei redditi con un modello sbagliato. Si può considerare validamente presentata? L’errore si può correggere? Ecco cosa ha risposto l’Agenzia delle Entrate nel corso di Telefisco 2021.

 

La dichiarazione dei redditi è modificabile?

Nel precedente post “La dichiarazione dei redditi è modificabile?” avevo scritto in merito alla sentenza 903/2/19 della Commissione Tributaria Regionale del Piemonte che ha riconosciuto al contribuente la facoltà di modificare la dichiarazione fiscale originale, anche in sede giudiziaria.
Sull’argomento la Corte di Cassazione afferma, in modo costante e univoco, che la dichiarazione fiscale, in genere, è una dichiarazione di scienza.
Cosa significa?
Significa che il contribuente che ha presentato una dichiarazione comunica al Fisco la sua conoscenza di elementi che lo riguardano e che evidenziano la sua capacità contributiva.

 

La dichiarazione dei redditi è una dichiarazione di scienza

Faccio un esempio.
Se dichiaro di essere proprietario di: un appartamento che è utilizzato come mia abitazione principale, un’autorimessa che concedo in locazione, di avere tre figli a carico, comunico al Fisco una certa situazione a cui corrisponde una mia capacità di contribuire alla spesa pubblica.
Quindi, la dichiarazione fiscale non è una manifestazione di volontà, cioè non è un impegno che prendo con il Fisco, di voler pagare un certo importo di imposte.
Perché è importante?
Immaginiamo che mi sia dimenticata di un’altra autorimessa che ho dato in locazione. Il canone di locazione deve essere compreso nel reddito complessivo, a cui corrisponde IRPEF per un certo importo.
Immaginiamo, ancora, che, invece, l’autorimessa è stata venduta oltre cinque anni dall’acquisto. La plusvalenza non è tassata e il reddito di locazione non doveva essere dichiarato.

 

Dichiarazione dei redditi: si possono correggere gli errori?

Gli esempi che ho proposto si riferiscono sia ad errori a vantaggio del contribuente (ho dichiarato meno di quello che dovevo) che a vantaggio del Fisco (ho dichiarato più di quello che dovevo).
Posso correggere gli errori?
Sì, perchè con la dichiarazione ho solo comunicato quello di cui sono a conoscenza.
Se, dopo aver presentato la dichiarazione, mi rendo conto di un errore o di un’omissione, posso rimediare con una dichiarazione integrativa.

 

Presentazione del modello errato: come comportarsi?

La domanda fatta all’Agenzia delle Entrate riguarda un problema particolare.
Sono un circolo ricreativo e devo presentare un certo modello di dichiarazione fiscale, che mi permette di calcolare le imposte in un certo modo.
Per errore ho presentato il modello riservato alle società di capitali e ho calcolato l’IRES (aliquota del 24%).
L’Agenzia ritiene che la dichiarazione fiscale su modello sbagliato si deve, comunque, considerare presentata.
Questo è fondamentale.
Infatti, la dichiarazione omessa non può essere modificata.
L’utilizzo del modello sbagliato può essere corretto utilizzando il modello giusto, pagando la sanzione per utilizzo di modello non conforme a quello approvato (da € 250 a € 2.000) e l’IRES versata in eccesso rispetto all’IRPEF dovuta, può essere chiesta a rimborso o in compensazione.

Articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *