Tassazione pensione

Tassazione di pensioni percepite all’estero: trattamento differenziato?

La Corte di giustizia europea ha ritenuto che non sia contrario al Trattato dell’Unione Europea un diverso trattamento fiscale previsto per pensioni di tipo diverso. Perciò, la Convenzione contro le doppie imposizioni tra Italia e Portogallo che “rende la vita più difficile” ai pensionati pubblici non contiene discriminazioni basate sulla cittadinanza.

Esterovestizione delle societa - Criteri cassazione

Esterovestizione delle società – Come so se la mia società è esterovestita?

Non basta trasferire la residenza della società in un Paese estero per essere lì fiscalmente residenti. Il trasferimento della residenza di una società in uno Stato estero è esterovestizione se le decisioni sulla direzione e sulla gestione della società sono prese in Italia. L’ordinanza 6476/2021 ribadisce il concetto.

Residenza fiscale impatriati

Residenza fiscale in Italia per i lavoratori impatriati – Agevolazioni per il trasferimento e effetti sulla dichiarazione dei redditi.

La Circolare ministeriale 33/2020 dell’Agenzia delle Entrate si occupa del regime speciale per i lavoratori impatriati. L’agevolazione si applica a varie tipologie di contribuenti che decidano di trasferire la loro residenza fiscale in Italia. Il paragrafo 6 “Modalità di fruizione dell’agevolazione” è dedicato alla procedura che il lavoratore che ha trasferito la residenza fiscale in Italia deve seguire per beneficiare dell’agevolazione fiscale.

Residenza fiscale - Trasferimento

Trasferimento della residenza fiscale all’estero – Come comportarsi

Vi siete stancati di esercitare la vostra attività imprenditoriale in Italia? Vi sentite oppressi dalla burocrazia fiscale che vi impedisce di focalizzarvi sul vostro core business? Non avete tutti i torti! Se pensate che il rimedio sia di trasferire la sede e lo svolgimento della vostra attività all’estero, dovete valutare attentamente quali sono gli effetti del trasferimento della residenza fiscale all’estero.
In questo modo potrete evitare spiacevoli sorprese.

Amministratore di fatto nella stabile organizzazione

Amministratore di fatto e stabile organizzazione

La sentenza 21693/2020 della Cassazione offre spunti di riflessione sulla “stabile organizzazione”. In particolare, sull’agente che opera nel territorio italiano. L’articolo 162, comma 6 del DPR 917/86 considera “stabile organizzazione” il soggetto situato in Italia che conclude contratti per conto dell’impresa non residente in Italia.
La condizione è che l’agente non sia indipendente. Ossia operi prevalentemente od esclusivamente per conto di una o più imprese estere a cui è correlato. L’amministratore di fatto si può trovare in questa situazione. Analizziamo insieme la sentenza.

Esterovestizione societaria degli amministratori italiani

Esterovestizione societaria e immobili italiani – Un caso limite

Il conferimento di immobili situati in Italia in una società con sede all’estero è indice di esterovestizione. Soprattutto se i soci della società estera sono italiani e si riservano il diritto di abitazione in uno di essi. Secondo la CTR dell’Emilia Romagna la sede all’estero non pone al riparo dalla contestazione di esterovestizione societaria. Questa sentenza, pur riguardando l’imposta di registro, offre lo spunto per un approfondimento sull’esterovestizione societaria.

Residenza fiscale pensionati esteri

Residenza fiscale dei pensionati esteri – Novità dalla legge di stabilità

Cosa succede se un cittadino italiano, durante la propria carriera lavorativa, svolge la propria attività di lavoro dipendente all’estero? Cosa succede al momento dell’agognata pensione? Dove è tassata? E se il cittadino, fiscalmente residente all’estero, mantiene un’abitazione in Italia a cui poter ritornare nei propri soggiorni nel Paese natio, che tasse deve pagare?
La legge di stabilità 2021 è intervenuta riducendo l’IMU e la TARI sulle abitazioni di proprietà di nostri connazionali fiscalmente residenti all’estero.

Residenza fiscale persone fisiche covid19

Residenza fiscale e criteri Ocse – La posizione dell’Italia in seguito al Covid19

Il documento OCSE del 3 Aprile 2020 aveva esaminato l’effetto del lockdown sulla residenza fiscale delle persone fisiche.
L’OCSE invitava i singoli Stati a prendere posizione su questo problema. Eventualmente anche a concludere accordi con altri Stati per fare chiarezza sugli effetti fiscali della permanenza di un lavoratore in un altro Stato.
Solo il 4.12.2020, in risposta ad un’interrogazione parlamentare, il Ministero dell’Economia e delle Finanze offre un ragguaglio su quanto è stato fatto dallo Stato italiano in merito.

Esterovestizione societaria criteri

Esterovestizione societaria e luogo di svolgimento dell’attività

La costituzione di società all’estero da parte di imprenditori italiani, se svolge attività in Italia, può essere considerata esterovestita? Ovvero, l’esterovestizione societaria può essere contestata se la società esercita l’attività prevista nell’oggetto sociale in Italia? In questo post analizzo un altro criterio per considerare fiscalmente residente in Italia una società con sede legale all’estero. Ossia: il luogo dove viene svolta l’attività essenziale per raggiungere l’oggetto sociale.

Esterovestizione società estere

Società estere ed esterovestizione: a cosa si deve fare attenzione?

La costituzione di società all’estero da parte di contribuenti italiani da avventura entusiasmante può trasformarsi in un incubo fiscale. Gli imprenditori sono focalizzati sull’investimento, sulle opportunità che offre il mercato dello Stato estero in cui viene creata la società, sulle possibili sinergie. Ed è questo che devono fare. L’imprenditore ha il “senso degli affari” e non può essere delegato ad altri. Anche nel costituire una società all’estero rischia meno l’imprenditore che si limita a fare il suo lavoro. Non può sottovalutare altri aspetti “organizzativi” della sua attività, né può considerarsi un tuttologo. Un bravo imprenditore è chi sa fare le domande giuste alle persone giuste.
In questo post comincio a raccontarvi le domande che mi hanno posto i miei clienti.

Residenza fiscale società Covid19

Residenza fiscale delle società e Covid-19

Nella fase 1 e forse ancora oggi (fase 3?) alcune funzioni aziendali sono svolte da remoto. Questo vale, a maggior ragione, per le attività svolte dalla dirigenza e dal management. Non si tratta, evidentemente, di una decisione, piuttosto di un rimedio, che si auspica temporaneo. Le società italiane con amministratori esteri o le società estere con amministratori italiani che si trovano in una situazione del genere quali rischi corrono? Possono esserci dei rimedi?

Monitoraggio fiscale quadro rw

Monitoraggio fiscale in caso di pensione estera

Siete un contribuente fiscalmente residente in Italia e percepite una pensione da un fondo estero? Vi siete mai chiesti se, oltre alla compilazione della dichiarazione dei redditi per tassare in Italia il reddito, vi fosse qualche altro adempimento da seguire?
Se vi trovate in questa situazione, sappiate che l’Agenzia delle Entrate, nella risposta 150 del 27.05.2020, ha affrontato proprio questa problematica fornendo delle utili direttive. Eccone una sintesi.

Stabile organizzazione - Covid-19

Il Covid-19 ha effetti sulla “stabile organizzazione”?

Nel precedente post sull’argomento mi sono chiesta se lo smart working svolto nello Stato di provenienza da parte dei dipendenti che hanno spostato la propria residenza all’estero potesse cambiarne la residenza fiscale. Le modifiche organizzative che si sono rese necessarie per mitigare gli effetti del Covid-19 e che continueranno anche nella fase “2” potrebbero avere delle conseguenze anche sulla “stabile organizzazione” delle imprese. L’OCSE si è posta il problema e scopriamo a quali conclusioni è giunta.

Residenza fiscale dopo il covid19

Residenza fiscale: cosa cambia con il lockdown del Covid19

I precedenti post sulla residenza fiscale dei lavoratori che hanno aperto un’impresa, iniziato a svolgere attività di lavoro autonomo o dipendente all’estero riguardavano la normalità.
Tizio, cittadino italiano, viene assunto da una società croata per svolgere attività di progettazione. Dove vengono tassati i redditi di lavoro dipendente di Tizio?
Nel 2020 anche in Croazia arriva il Covid-19: Tizio lavora da remoto e con sua famiglia decide di ritornare a Trieste per essere vicino alle famiglie di origine. La residenza fiscale cambia?

Investimenti esteri delle persone fisiche

Cosa succede dal 2017 alle persone fisiche residenti all’estero?

Che novità ha introdotto il Provvedimento n. 43999 del 3.03.2017 sul controllo sulle persone fisiche cancellate dalle anagrafi della popolazione residente?
Le persone fisiche che si sono cancellate dalle anagrafi della popolazione residente possono essere inserite nelle liste selettive dei controlli che l’Amministrazione finanziaria svolge incrociando i dati comunicati all’Agenzia dall’Anagrafe nazionale delle persone residenti in Italia e alcuni indici di permanenza in Italia.

Residenza fiscale - Normativa

Focus sulla residenza fiscale delle persone fisiche

Il trasferimento della residenza all’estero e l’iscrizione all’AIRE non sono sufficienti ad essere considerati fiscalmente residenti all’estero. La normativa, la prassi e la giurisprudenza hanno come obiettivo l’arginare situazioni di trasferimento fittizio della residenza da parte di soggetti che, in effetti, continuano ad avere il centro dei propri interessi od affetti in Italia. Quando una persona fisica si considera fiscalmente residente in Italia? Quali sono le condizioni richieste dalla normativa? Quali gli errori da evitare?