Avvocato tributarista AnconaAvvocato tributarista JesiDichiarazione investimenti esteri

Il Quadro RW va presentato anche in caso di incarichi fiduciari?

Quadro RW incarico fiduciario

Mi sono occupata della dichiarazione degli investimenti esteri nel post “Investimenti esteri: gli obblighi di dichiarazione nel quadro RW”.
In particolare, ho sottolineato che l’obbligo di monitoraggio fiscale (introdotto dal Decreto Legge 167/90, convertito nella Legge 227/90) si riferisce alle attività di natura finanziaria ed agli investimenti patrimoniali esteri delle persone fisiche.

 

Dichiarazione dei redditi e quadro RW

Si ottempera all’obbligo di monitoraggio fiscale presentando Modulo RW nella propria dichiarazione dei redditi. Se si è esonerati dall’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi, il Quadro RW va, comunque, inoltrato.

Il monitoraggio fiscale coinvolge solo le persone fisiche fiscalmente residenti in Italia (art.4 del D.L.167/90) ed enti equiparati.

Altro requisito è la detenzione d’investimenti all’estero e attività estere di natura finanziaria a titolo di proprietà o di altro diritto reale, indipendentemente da come le abbiano acquistate.

Perciò, riassumendo devono compilare il Quadro RW:

  • le persone fisiche (art. 2, c. 2 e 2-bis TUIR);
  • gli enti non commerciali, inclusi i trust;
  • le società semplici e gli enti alle stesse equiparati (art. 5 del TUIR).

In questo post prendo spunto dalla recente ordinanza n. 25956/2019 della Corte di Cassazione per rispondere a questa domanda: deve compilare il Quadro RW chi ha ricevuto istruzioni come fiduciario?

 

Ordinanza n. 25956/2019 della Corte di Cassazione

Nel caso deciso dalla sentenza il contribuente non aveva compilato il Quadro RW ritenendo di non esservi obbligato.
Infatti, gestiva il denaro per conto di una società italiana, come da documentazione che era stata depositata nel corso della causa.
Tuttavia, durante il processo erano stati depositati anche altri documenti, da cui emergeva che il ricorrente aveva ricevuto istruzioni ed altre informazioni.

Riassumo in parole semplici: il contribuente riteneva che, poiché era stato incaricato della gestione del conto corrente estero intestato ad una Srl italiana, il Quadro RW non doveva essere compilato.

Né dalla Srl, perchè non risulta tra i soggetti obbligati alla redazione del Quadro RW.
Né, ovviamente, da lui medesimo, poiché non era intestatario del conto corrente estero.

In realtà, le cose non stavano in questo modo.

La Cassazione, ha richiamato il proprio orientamento costante in merito.
Ha ritenuto che il contribuente dovesse compilare il Quadro RW.

 

Chi è obbligato a compilare il Quadro RW?

Infatti, è obbligato a compilare il Quadro RW non solo chi formalmente è intestatario dell’investimento estero (la Srl in questo caso), ma chi lo movimenti a beneficio dell’effettivo titolare.
Infatti, la detenzione del conto corrente estero a cui si riferisce l’articolo 4, D.L. 167/90 include anche detenzione nell’interesse altrui.

Chi si trova in queste situazioni è meglio che si rivolga ad un avvocato tributarista per evitare di incorrere nello stesso problema del contribuente di questo post.

 

 

Articoli correlati:

2 pensieri su “Il Quadro RW va presentato anche in caso di incarichi fiduciari?

  1. Buongiorno a mio figlio è stato proposto di acquistare quote societarie di una srl in Catalonia (Spagna), deve denunciare l’aquisto di suddette quote quando avrà sottoscritto l’atto di acquisizione o quando queste inizieranno a produrre reddito?

    1. Gentile Signora Passaretti,
      mi scuso per il ritardo nella risposta, ma comprenderà la concitazione del momento.
      Con così pochi elementi non sono in grado di darle una risposta esauriente; le chiedo eventualmente di contattarmi al cellulare per una richiesta di consulenza.
      Cordiali saluti,
      Avv. Lucia Ripa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *