Effetti fiscali degli investimenti esteri delle persone fisicheSocietà estere e presunzione di esterovestizione

Esterovestizione societaria ha effetti penali?

Sanzioni penali esterovestizione

L’esterovestizione societaria, ossia l’accertamento della residenza estera fittizia di una società, in realtà operante nel territorio italiano ha delle conseguenze molto pesanti in termini di IRES e sanzioni.
I “guai” dell’esterovestizione non finiscono, però, nella fase amministrativa.
Ci sono degli effetti penali altrettanto importanti: l’occultamento e distruzione delle scritture contabili, l’omessa presentazione della dichiarazione e l’omesso versamento delle imposte.

La recentissima sentenza 41683/2018 della Cassazione penale ritiene che i medesimi fatti che sono stati considerati in sede di accertamento dell’IRES possano essere valutati anche in sede penale.

 

Che cos’è l’esterovestizione?

L’esterovestizione è il presumere che una società, formalmente residente all’estero, sia, in realtà, fiscalmente residente in Italia. In quanto soggetto fiscalmente residente in Italia, sarà soggetta ad IRES.

 

Quando una società è fiscalmente residente in Italia?

Per l’art. 73,3 comma, DPR 917/86 la residenza fiscale esiste in Italia se nel nostro territorio è stabilita la sede legale, la sede amministrativa o viene svolto l’oggetto sociale in Italia per la maggior parte del periodo d’imposta.

La “maggior parte del periodo d’imposta” dev’essere inteso come più di 183 giorni.

Per conoscere l’oggetto sociale esclusivo o principale della società occorre leggere il suo atto costitutivo. Per oggetto principale si intende quell’attività essenziale che dev’essere svolta per raggiungere l’oggetto sociale.

Esempio.
L’atto costitutivo di un birrificio prevede come oggetto sociale la produzione e commercializzazione di birra. L’oggetto principale è la produzione di birra, condizione necessaria per raggiungere l’oggetto sociale.
Come si determina l’oggetto sociale in mancanza dell’atto costitutivo?
Il comma 5 dell’art. 73, DPR 917/86 si sofferma sull’attività effettivamente esercitata.

Esempio.

Se l’attività del birrificio fosse svolta da una società “di fatto”, cioè senza atto costitutivo, osservando l’attività effettivamente svolta si può ritenere che l’oggetto sociale sia la produzione ed il commercio di birre.

 

La sentenza n. 41683/3/2018 della Cassazione penale

Questa sentenza è utile sia per la difesa processuale che per evitare di commettere errori molto cari in termini di denaro e di conseguenze penali.

Il caso deciso dalla Suprema Corte riguarda una società con sede a San Marino che operava nel settore del noleggio auto, con legale rappresentante italiano.
La società era stata ritenuta esterovestita sulla base di presunzioni.
In parole semplici, l’Agenzia delle Entrate aveva interpretato alcuni fatti come indizi della falsità della residenza fiscale sammarinese  della società e della reale residenza fiscale in Italia.

Questi i fatti indiziari:

  • la società, pur essendo titolare anche di un conto corrente bancario a San Marino, utilizzava quasi esclusivamente quello aperto in Italia;
  • la testimonianza dell’unica dipendente della società esterovestita, che aveva dichiarato di non aver mai parlato con il legale rappresentante, ma con un avvocato e che, in realtà, non era mai stata assunta, nè aveva mai lavorato per la società sammarinese;
  • l’esistenza di un contratto di locazione commerciale di soli due anni, mentre l’attività svolta era novennale;
  • contemporaneo svolgimento da parte del legale rappresentante della società sammarinese della medesima attività societaria anche in territorio italiano;
  • la documentazione contabile non era conservata nella sede sociale di San Marino;
  • a San Marino erano state trovate solo 19 fatture attive e 20 fatture passive a fronte di un fatturato complessivo del triennio di € 6.400.000;
  • solo i bilanci di due esercizi erano stati depositati in Italia e le relative dichiarazioni dei redditi erano state presentate con dieci anni di ritardo;
  • presso l’abitazione, in territorio italiano, del legale rappresentante erano stati trovati timbri, modulistica  e corrispondenza della società sammarinese.

 

Cosa insegna la sentenza n. 41683/3/2018 della Cassazione penale?

La situazione decisa dalla Suprema Corte è evidentemente indifendibile.
Si tratta di un’evasione fiscale in piena regola, consapevole e voluta.
Come può essere utile alle società ed agli imprenditori che in completa buona fede intendono costituire una società all’estero?

L’esterovestizione è come un muro contro cui si va a sbattere. Se si è attenti, si può schivare, evitando conseguenze disastrose.

Cosa intendo dire?
Occorre che la società venga gestita solo ed esclusivamente all’estero (sede dell’amministrazione), che all’estero svolga la propria attività, evitando, per pigrizia o ignoranza, di confondere l’estero con l’Italia.

Ad esempio: anche se può essere più comodo operare con il conto corrente “sotto casa”, è assolutamente sconsigliato farlo.

La società estera deve ricevere gli incassi ed effettuare i pagamenti da un conto corrente aperto nello Stato estero in cui ha la sede legale e svolge la propria attività.

 

Nella mia esperienza professionale non ho ancora incontrato contribuenti con accertamenti per esterovestizione.

Ho avuto la fortuna (soprattutto fortunati i miei clienti) di incontrare imprenditori che intendevano aprire una società all’estero e che, in via preventiva, hanno voluto comprendere come dovevano comportarsi.

La mia più grande soddisfazione l’ho ricevuta quando il Fisco ungherese e quello austriaco hanno condiviso la mia interpretazione e la mia consulenza.

Capire come comportarsi è perciò importantissimo: la buona fede e il buon senso delle volte non ci impediscono di ricadere in situazioni compromettenti. A detta dei clienti che si sono avvalsi della mia consulenza specialistica, capire come comportarsi fiscalmente ha evitato loro errori che sarebbero costati cari col senno del poi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *