Trust e affidamento fiduciario

Regime fiscale dell’ affidamento fiduciario – Un possibile aiuto da un chiarimento ministeriale

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Effetti fiscali del contratto di affidamento fiduciario

In mancanza di una disciplina fiscale relativa al reddito prodotto dal fondo fiduciario è possibile applicare ai fondi fiduciari di cui alla L. 112/2016 la normativa e la prassi ministeriale relativa ai trust? Particolarmente interessante è il regime di tassazione dei redditi prodotti dal trust cd. opaco, che  vengono tassati in capo al trust, applicando un’aliquota fissa, in luogo di quella progressiva applicabile alla persona fisica beneficiaria. Un appiglio interpretativo è dato dalla risposta che la Direzione centrale Normativa dell’Agenzia delle Entrate ha dato all’interpello n. 954-909-2016 sul trust autodichiarato.

Affidamento fiduciario per la pianificazione fiscale

Affidamento fiduciario – Uno strumento di pianificazione fiscale

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Effetti fiscali del contratto di affidamento fiduciario

La Legge 112/2016 disciplina l’affidamento fiduciario a favore di persone gravemente disabili, in modo da garantire loro dei mezzi di sussistenza quando i genitori o i familiari più stretti non saranno più in grado di prendersene cura (da qui il soprannome “Dopo di noi” dato alla legge). Per questa finalità sociale il legislatore accorda all’affidamento fiduciario delle agevolazioni fiscali. Tuttavia, in altri ambiti e senza le agevolazioni della L. 112/2016, la struttura dell’affidamento fiduciario potrebbe consentire nuove forme di pianificazione fiscale nel passaggio di patrimoni e permettere la segregazione patrimoniale.

Aspetti fiscali dell'affidamento fiduciario

Agevolazioni fiscali per l’affidamento fiduciario: ecco quali sono

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Effetti fiscali del contratto di affidamento fiduciario

La Legge 112/2016 all’articolo 6 elenca le agevolazioni fiscali riconosciute agli atti conclusi a tutela delle persone con grave disabilità. Esse sono concesse dal legislatore che riconosce il valore sociale, e, perciò, pubblico di questi atti. Analizziamo la norma e scopriamo qual’è il regime fiscale degli atti di destinazione previsto dalla L. 112/2016 e anche che non tutti gli aspetti (successivi alla formazione degli atti e che riguardano quello che potremmo definire il loro funzionamento) vengono regolati. Come fare?