Quadro RW - Ravvedimento operoso

Comunicazione di anomalie relative al quadro RW: che fare?

Nel secondo semestre del 2019 l’Agenzia delle Entrate ha inviato a numerosi contribuenti delle comunicazioni di anomalie nella dichiarazione dei redditi per il 2017 e li invitavano a rimediarvi. Alcuni clienti si sono rivolti al mio studio con una comunicazione di anomalia relativa al quadro RW e mi hanno chiesto quale sia il comportamento migliore da tenere.

Quadro RW sanzioni paesi offshore

Quadro RW e liquidità non dichiarata in Paesi “black list”: termini di decadenza

Per contrastare la fuga dei capitali in Paesi black list è stata introdotta una presunzione legale relativa. Alle sanzioni nella misura dal 6 al 30% degli importi non dichiarati si somma la presunzione relativa, a cui, cioè, il contribuente può dare prova contraria, che la liquidità esportata nei Paesi black list e non dichiarata nel Quadro RW, su cui non sono stati indicati neppure i successivi investimenti, sia proveniente da redditi non dichiarati.

Sanzioni quadro rw paesi black list

Quadro RW e investimenti in Paesi “black list” – Sanzioni

Le persone fisiche e gli enti non commerciali che effettuano investimenti all’estero devono compilare, all’interno del Modello Redditi, il Quadro RW. Se non sono obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi, devono, comunque, presentare il Quadro RW. Agli investimenti esteri appartengono quelli effettuati in Paesi “black list”. Gli investimenti in questi paesi, definiti “paradisi fiscali”, se non dichiarati nel Quadro RW, rischiano di trasformarsi in “inferni fiscali”.
Sapete cosa rischiate? Leggete un po’ qua…

Monitoraggio fiscale quadro rw

Monitoraggio fiscale in caso di pensione estera

Siete un contribuente fiscalmente residente in Italia e percepite una pensione da un fondo estero? Vi siete mai chiesti se, oltre alla compilazione della dichiarazione dei redditi per tassare in Italia il reddito, vi fosse qualche altro adempimento da seguire?
Se vi trovate in questa situazione, sappiate che l’Agenzia delle Entrate, nella risposta 150 del 27.05.2020, ha affrontato proprio questa problematica fornendo delle utili direttive. Eccone una sintesi.

Liti fiscali in Europa

Interessanti novità per definire le controversie fiscali internazionali

Cosa succede se un contribuente, residente in uno Stato, produce reddito in un altro Stato? Il reddito prodotto è tassato sia nello Stato della fonte (dov’è prodotto) che in quello dove il percettore del reddito è residente. Questo procedimento genera una doppia imposizione internazionale. Le Convenzioni contro le doppie imposizioni vengono concluse appunto per risolvere questo problema. Cosa succede se le norme convenzionali non vengono applicate correttamente? Le Convenzioni contro la doppia imposizione prevedono l’accordo tra i due Stati come extrema ratio per risolvere le controversie fiscali internazionali o eliminare la doppia imposizione. Il Decreto legislativo n. 49 del 10.06.2020, attuando la direttiva UE 2017/1852, rafforza gli strumenti a disposizione del contribuente che si trovi coinvolto in queste situazioni in ambito UE.
Analizziamolo in sintesi.

Quadro RW incarico fiduciario

Il Quadro RW va presentato anche in caso di incarichi fiduciari?

La sentenza 25956/2019 mi dà la possibilità di approfondire il tema di chi sia obbligato a presentare il Quadro RW. È chi è proprietario di beni immobili o altri patrimoni all’estero? Chi ha aperto un conto corrente all’estero? L’articolo 4 del D.L. 167/90 si riferisce alla detenzione degli “investimenti all’estero”. Se volete sapere come vada intesa questa norma, leggere il post.

Dichiarazione integrativa quadro RW

Dichiarazione integrativa per la compilazione Quadro RW – Un caso reale

Molti contribuenti nel mese di Gennaio hanno ricevuto delle lettere da parte dell’Agenzia delle Entrate che, dopo aver incrociato i  dati sugli investimenti esteri da parte di banche ed intermediari finanziari con la dichiarazione dei redditi, ha informato i contribuenti che la mancata compilazione del Quadro RW era un’anomalia a cui il contribuente doveva rimediare. Se questo invito è giusto nella maggior parte dei casi, ci sono situazioni limite in cui il contribuente effettivamente non doveva compilare il Quadro RW. Ecco un caso concreto.

Quadro RW per gli investimenti esteri infruttiferi

Investimenti esteri: gli obblighi di dichiarazione nel quadro RW

Una recentissima sentenza della CTR del Veneto chiarisce quando debbano essere indicati i redditi nel Quadro RW e può essere utilizzata come bussola per valutare la strategia migliore da seguire per i contribuenti che hanno ricevuto delle lettere di compliance da parte dell’Agenzia delle Entrate.