Inerenza dei costi per le aziende

Quando i costi sono inerenti? Casi concreti

Uno dei quesiti più ricorrenti nella consulenza fiscale è: “Avvocato, posso scaricare questo costo?” Tradotto dal linguaggio baristico l’imprenditore mi sta chiedendo se il costo che intende sostenere potrà essere deducibile dal reddito d’impresa. Con la conseguenza che il costo non è soggetto ad IRES. Infatti, oltre ad essere contabilizzato ed indicato in bilancio, rimane un costo interamente deducibile dai ricavi.
La risposta a questa domanda è molto delicata e non può essere data senza che l’avvocato tributarista ponga a sua volta delle domande o faccia degli approfondimenti.
Infatti, l’inerenza dei costi è una delle contestazioni più frequenti nelle verifiche fiscali.

Redditi lavoro autonomo inerenza dei costi

Inerenza dei costi per i redditi da lavoro autonomo

L’inerenza dei costi riguarda solo il reddito d’impresa o è applicabile anche a quello di lavoro autonomo? Se sì, ha le medesime caratteristiche del reddito d’impresa oppure sono differenti? Spesso l’Agenzia delle Entrate contesta l’inerenza dei costi agli studi professionali. Le motivazioni sono le più disparate. Si può rispondere a queste contestazioni oppure il professionista è destinato ad accettare l’avviso di accertamento? La sentenza 89/3/2019 offre degli spunti interessantissimi.

Detrazione iva veicoli commerciali

Detrazione Iva: quali sono i requisiti in caso di acquisti di veicoli

Quando la detrazione dell’IVA è limitata e quando è integrale? Dal 2007 lo Stato italiano ha ottenuto dal Consiglio dell’Unione Europea la possibilità di limitare la detrazione dell’IVA sugli acquisti di autovetture, dovuta al fatto che è difficile individuare una misura puntuale dell’utilizzo personale e di quello lavorativo. L’Agenzia delle Entrate è intervenuta con alcuni chiarimenti, anche recenti; in particolare, la risposta all’interpello n. 954-114/2017 si segnala per un’insolita apertura nei confronti del contribuente.