Spese di sponsorizazione - 29707 del 2019

L’ordinanza 29707/19 della Cassazione ridimensiona le spese di sponsorizzazione sportive

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Inerenza delle spese di sponsorizzazione

Le sponsorizzazioni sportive sono uno degli ambiti privilegiati delle verifiche fiscali. Infatti, sono sempre fruttuose per il Fisco che riesce sempre a trovare qualche aspetto da contestare. Quindi, non si devono più fare le sponsorizzazioni? Questa è una conclusione troppo frettolosa e sbagliata. Infatti, le sponsorizzazioni sportive sono l’unica risorsa finanziaria dello sport dilettantistico. Questo significa che senza sponsorizzazioni i nostri giovani non avranno più ambiti educativi (credo, per esperienza, che lo sport abbia un enorme valore educativo). Senza considerare che lo sport dilettantistico offre un ampio bacino da cui attingere per le squadre professionistiche o le nazionali. Quindi, io credo che le sponsorizzazioni debbano continuare, isolando le situazioni fraudolente e documentando in modo efficace quelle oneste.
L’ordinanza 29707/2019 è estremamente utile da questo punto di vista.

Quadro RW incarico fiduciario

Il Quadro RW va presentato anche in caso di incarichi fiduciari?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Ancona, Avvocato tributarista Jesi, Dichiarazione investimenti esteri

La sentenza 25956/2019 mi dà la possibilità di approfondire il tema di chi sia obbligato a presentare il Quadro RW. È chi è proprietario di beni immobili o altri patrimoni all’estero? Chi ha aperto un conto corrente all’estero? L’articolo 4 del D.L. 167/90 si riferisce alla detenzione degli “investimenti all’estero”. Se volete sapere come vada intesa questa norma, leggere il post.

Processo tributario nuove norme

Processo tributario telematico: e se il primo grado era cartaceo?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Avvocato tributarista Rimini, Processo tributario

Dall’ 1.07.2019 il processo tributario telematico si svolge, salvo casi marginali, con modalità telematiche. Possono capitare delle contaminazioni tra modalità cartacea e telematica in caso di processi iniziati nella vigenza della modalità cartacea. Questo poneva più di una perplessità nei difensori. È intervenuta come norma di interpretazione autentica il D.L. 119/2018 e si è di recente pronunciata anche la Corte di Cassazione.
Approfondiamo insieme!

Esterovestizione e società schermo

Esterovestizione, società schermo e stabile organizzazione occulta

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Avvocato tributarista Rimini, Società estere e presunzione di esterovestizione

L’esterovestizione è un modo a cui si ricorre per sottrarre utili al Fisco italiano. È caratterizzata dal fatto che la società esiste ed opera in Italia, ma apparentemente ha sede all’estero. Tale apparenza ha il solo scopo di pagare le imposte all’estero, di solito in uno Stato con un tasso di imposizione inferiore rispetto all’Italia.
L’esterovestizione non va confusa con altri concetti che identificano attività fraudolente diverse.
Ad esempio, la società schermo. L’esterovestizione non può essere sovrapposta al concetto di società schermo, ma integra una stabile organizzazione occulta.
Proviamo a “trovare le differenze”.

Processo tributario telematico inammissibilita

Processo tributario telematico: casi di inammissibilità del ricorso.

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Rimini, Contenzioso tributario, Processo tributario

Dall’1.07.2019 il processo tributario telematico si svolge, salvo casi marginali, con modalità telematiche. Questo richiede per gli operatori la conversione da una sequenza cartacea ad una telematica, con il necessario cambio di mentalità.
Dall’1.07.2019 non c’è più un “piano B” per chi è refrattario al processo tributario telematico. Occorre prestare particolare attenzione ai formati degli atti, alle modalità di notifica e di costituzione in giudizio per non incorrere nell’inammissibilità del ricorso tributario.
Analizziamo insieme quali possono essere i casi di inammissibilità.

Accertamento bancario soci srl

L’Agenzia delle Entrate può acquisire i conti correnti dei soci della Srl?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Accertamento bancario, Avvocato tributarista Ancona, Avvocato tributarista Jesi

Normalmente le indagini bancarie riguardano i conti correnti del contribuente che viene verificato. Fanno eccezione a questa delimitazione i conti correnti intestati a familiari del contribuente.
Le verifiche fiscali sui conti correnti bancari di una Srl possono estendersi anche ai conti correnti intestati a soggetti terzi, come, ad esempio, amministratori e soci? Si estendono automaticamente? Non si possono estendere mai? Possono riguardare i conti di terzi, ma a determinate condizioni… chi prosegue nella lettura arriverà alla soluzione!

Tassazione compensi esteri

Compensi incassati dopo il trasferimento all’estero: dove sono tassati?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Ancona, Avvocato tributarista Rimini, Residenza fiscale delle persone fisiche

Finora mi sono occupata del problema di dove siano tassati i redditi percepiti per attività o lavoro dipendente svolti dai cittadini italiani fiscalmente residenti all’estero.
Quali sono i criteri per comprendere se si debbano pagare le imposte sul reddito in Italia o nello Stato estero dove si è residenti. Altro problema approfondito è come dimostrare l’effettiva residenza fiscale all’estero in caso di trasferimento in un Paese “black list”.
In questo post mi occupo di una situazione marginale e, tuttavia, esistente, che è stata oggetto di un interpello all’Agenzia delle Entrate: dove sono tassati i compensi per attività di lavoro autonomo svolta in Italia pagati nell’anno in cui il professionista ha trasferito la propria residenza fiscale in un Paese estero? Vediamolo insieme.

Accertamento bancario conto corrente

È rischioso per un professionista farsi pagare sul conto corrente della moglie?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Accertamento bancario, Avvocato tributarista Ancona, Avvocato tributarista Jesi

Dare disposizione ai clienti di farsi accreditare delle somme sul conto corrente della moglie o versarvi assegni può essere rischioso. Non per il motivo che pensano coloro che hanno letto il titolo di questo post. Il rischio non sta nel fatto che i soldi evaporino nel giro di breve tempo per effetto di acquisti “indifferibili ed urgenti” della vostra consorte! Il rischio è che chi tiene questo comportamento pensa che, in caso di verifica fiscale sui conti correnti bancari, non dovrà giustificare le movimentazioni che interessano questo conto. Purtroppo per lui si sbaglia, in quanto anche i conti correnti sono legati in caso di buona e cattiva sorte.

Prassi ministeriale - Agenzia delle Entrate

Se l’ Agenzia delle Entrate cambia orientamento è obbligata a risarcire il danno?

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Avvocato tributarista Jesi, Contenzioso tributario, Processo tributario

Sappiamo tutti che la prassi ministeriale, cioè le circolari e le risoluzioni ministeriali, non è fonte del diritto. Sappiamo tutti anche che spesso, se non sempre, le norme sono di difficile comprensione e lasciano dei vuoti interpretativi. Perciò, il contribuente fa affidamento sui chiarimenti che vengono forniti dall’Agenzia delle Entrate e si comporta di conseguenza. Purtroppo, in molte situazioni l’orientamento seguito in buona fede dal contribuente viene cambiato, anche radicalmente, dall’Agenzia delle Entrate. Il contribuente che riceve un avviso di accertamento o che viene sanzionato per il comportamento tenuto in base ad un orientamento ministeriale superato ha qualche tutela? Vediamolo insieme.