I SERVIZI DELLO STUDIO

Consulenza tributaria

La consulenza tributaria è l’analisi dettagliata della situazione (civilistica o societaria) esposta dal cliente, lo studio della normativa, della dottrina, della prassi e della giurisprudenza sulla situazione per consigliargli un cambiamento della situazione per una maggiore tutela dei suoi interessi oppure, se non è possibile, valutare una possibile difesa.

Assistenza giudiziale

L’assistenza giudiziale è l’esame dell’atto che è stato notificato al cliente (ad es. avviso di accertamento o cartella esattoriale) e di tutta la documentazione in suo possesso riferita all’atto notificato, lo studio della normativa applicabile, della prassi ministeriale, della dottrina e della giurisprudenza per stabilire la migliore strategia difensiva possibile. La difesa viene esposta negli atti difensivi della causa e nella partecipazione alle udienze della causa in tutti i gradi di giudizio.

Assistenza stragiudiziale

L’assistenza stragiudiziale è la valutazione dell’atto che è stato notificato al cliente (ad es.: avviso di accertamento o cartella esattoriale) per capire se vi sono delle possibilità di evitare il contenzioso davanti al giudice tributario e l’aiuto qualificato nel sostenere la tesi del contribuente, alla luce della normativa, della prassi e della giurisprudenza maggioritaria o costante.

Avvocato Tributarista Lucia Ripa

AVVOCATO LUCIA RIPA

Ho aperto il mio studio nel 2009, dopo un’esperienza ultradecennale in una società che opera anche all’estero.
Mi occupo infatti di diritto tributario dal 1993. La mia attività professionale riguarda quasi esclusivamente il settore del contenzioso
e della consulenza tributaria, il residuo ambito di attività è la consulenza sulla privacy e l’assistenza nelle ispezioni sui luoghi di lavoro.

Dott. Federico Oriani - Idroelettrica Cervino Srl

Abbiamo apprezzato la grande competenza, la professionalità, la precisione nell’affrontare i ricorsi e durante  i dibattiti in udienza, celerità nelle risposte al cliente e puntualità negli aggiornamenti delle pratiche affidate.

Anna Maria Antonelli - Vetro Marche Snc

Mi è stata segnalata l’Avv. Ripa da un altro professionista e abbiamo riscontrato una grande preparazione in diritto tributario, come ci era stato assicurato.

Ing. Umberto Morgante - Engineering Service Srl

Ho apprezzato la conoscenza approfondita e dettagliata del diritto tributario, la capacità e la volontà di lavorare in team con altri professionisti dell’area tecnica, che completano le competenze per svolgere un lavoro di ottimo livello sotto tutti i punti di vista.

Ultimi articoli pubblicati

Quanto dura un processo tributario?

Il processo tributario, salvo eccezioni, è una procedura snella e veloce. Questo perché è un processo scritto, senza prove testimoniali e, generalmente, con un’unica udienza di trattazione. Come denunciato in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario tributario della Regione Marche, la situazione è destinata drammaticamente a peggiorare. La causa è dovuta al pensionamento del personale di segreteria e dei giudici tributari. Esiste una soluzione?

Processo tributario telematico: cosa cambia?

Dopo quasi tre anni di sperimentazione il processo tributario telematico è una realtà. Personalmente, mi sono confrontata fin da subito con questa novità, ritenendola un’opportunità e l’esperienza lo ha confermato. Il processo tributario telematico migliora l’efficienza dello studio legale e riduce i costi fissi. I difetti rimasti non sono in grado di sminuire il passo avanti che è un processo telematico. Occorre domandarsi: la modalità telematica incide sulla procedura che tutti gli utenti conoscono? Ecco alcune considerazioni.

Cartella equitalia via pec

Cartelle Equitalia via PEC: qual’è il formato corretto?

La notifica a mezzo PEC degli atti tributari (avvisi di accertamento, cartelle di pagamento ed ingiunzioni di pagamento dei tributi locali) consente una maggior snellezza nella procedura di notifica. Inoltre, è un modo per ridurre i costi ed aiutare l’ambiente. Tuttavia, occorre chiedersi se lo strumento PEC sia la “panacea di tutti i vizi dell’atto allegato”. Cosa intendo? Basta la PEC per far sì che un qualsiasi file possa essere trasmesso? Oppure occorre che l’allegato risponda a dei requisiti tecnici? Non meno importante è la domanda sulla sanatoria della nullità per raggiungimento dello scopo. In parole povere: una volta che il messaggio PEC è stato consegnato nella casella del destinatario la nullità della cartella di pagamento viene sanata? Cerchiamo di capire come stiano le cose…

Visita il blog